Il blog di E-Lex

Amazon rivede la propria garanzia: l’AGCM approva

Con provvedimento numero 23886 pubblicato sul Bollettino n. 37 del 1° ottobre 2012, l’Autorità Garante per la Concorrenza e il Mercato ha accettato, rendendola obbligatoria, la proposta di impegni formulata dal gruppo Amazon per chiudere senza l’irrogazione di sanzioni il procedimento istruttorio volto ad investigare l’eventuale esistenza di una pratica commerciale scorretta in materia di garanzia legale imputabile al colosso americano del commercio on line.

I presupposti di fatto alla base dell’avvio del procedimento appaiono speculari a quelli che di recente hanno condotto alla condanna del gruppo Apple al pagamento di una maxi sanzione di € 900.000,00: secondo l’Autorità, infatti, Amazon non avrebbe informato in modo adeguato i consumatori dell’applicabilità ai prodotti acquistati su amazon.it della garanzia legale di conformità, sovrapponendo spesso quest’ultima a quella convenzionale del produttore ed impedendo in questo ai consumatori di fruire appieno dei propri diritti;  per altro verso, come già accaduto in parte nella vicenda Apple, sulle pagine di amazon.it sarebbe stato offerto in vendita un servizio di assistenza a pagamento per il noto lettore “Kindle”, senza tuttavia chiarire adeguatamente il diritto dei consumatori alla riparazione o alla sostituzione gratuita del bene nei due anni successivi all’acquisto a prescindere dall’attivazione del contratto per ottenere i servizi di assistenza a pagamento.

Per evitare di incorrere in una sorte analoga a quella di Apple, Amazon si è impegnata a riformulare completamente le informazioni contenute sul proprio sito in materia di garanzia legale, chiarendo in modo trasparente e con il ricorso ad esempi pratici il diritto incondizionato del consumatore alla riparazione o sostituzione del prodotto nei due anni successivi all’’acquisto per qualsiasi difetto non riconducibile a un uso improprio del bene.

Tra gli impegni di Amazon non manca poi quello di rivedere le proprie procedure interne, anche attraverso adeguati corsi di formazione diretti al personale, affinché i consumatori vedano riconosciuti i propri diritti nel momento in cui si rivolgono al servizio assistenza clienti di Amazon per problemi tecnici con i prodotti acquistati sul sito.

Anche l’offerta del servizio di assistenza a pagamento sarà affiancata d’ora in poi da un’informazione chiara e trasparente sul contenuto della garanzia legale; a coloro che invece hanno già acquistato il servizio, Amazon invierà una comunicazione via email contenente la descrizione della garanzia legale di conformità con la precisazione che la stessa si applica anche al Kindle.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Novità normative e giurisprudenziali dal mondo del diritto delle tecnologie e dal nostro Studio