Il blog di E-Lex

I bitcoin non sono moneta

A dispetto del nome i bitcoin – la più popolare c.d. “moneta virtuale del momento – non sono moneta ma semplicemente un bene giuridico dotato di un suo valore di mercato e, come tale, naturalmente utilizzabile anche per acquistare qualsiasi tipo di altro bene – materiale o immateriale che sia – proprio come accadeva nei secoli scorsi attraverso un baratto.

Il bitcoin come l’oro o un altro qualsiasi metallo più o meno prezioso ed il cui valore è affidato alla fluidità dei mercati e si scambia, appunto, sulla base di un “prezzo di mercato”.

A mettere nero su bianco il principio – per la verità già pacifico per molti – è stato, nei giorni scorsi, l’IRS, Internal Revenue service ovvero l’omologo statunitense della nostra Agenzia delle entrate che attraverso una lunga serie di FAQ, finalizzata a spiegare come debbano essere trattate, sotto il profilo della tassazione, le transazioni in bitcoin, ha chiarito in modo semplice e lineare che la più nota delle “monete virtuali” del momento non è una moneta ma una “proprietà” e che, pertanto, non ha “corso legale” ma costituisce un semplice asset patrimoniale.

Continua su L’Espresso | Avvocato del diavolo, di Guido Scorza

Commenti

aurundo posted 5 anni ago
Ergo sono soggetti ad IVA e IRAP e l'utile della compravendita ad IRPEF

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Novità normative e giurisprudenziali dal mondo del diritto delle tecnologie e dal nostro Studio