Il blog di E-Lex

Informativa sui cookies: il Garante privacy avvia una consultazione

Il 19 dicembre è partita la consultazione pubblica del Garante privacy sull’informativa da dare agli utenti di un sito prima dell’installazione dei cookies sui loro dispositivi.

Tutti i soggetti interessati, a partire dai gestori dei siti internet sino alle associazioni dei consumatori, potranno far pervenire i loro contributi al Garante privacy, scrivendo a: consultazionecookie@gpdp.it

Una volta terminata la consultazione, il Garante elaborerà un modello di informativa che potrà essere adottato dai titolari dei siti internet che facciano uso di cookies.

Il Garante ha già reso noti quelli che dovranno essere i punti fermi dell’informativa da dare agli utenti; nonostante la semplificazione, infatti, l’informativa dovrà descrivere in modo chiaro le modalità e le finalità del trattamento, consentendo agli utenti di manifestare, se necessario, un consenso libero, specifico ed espresso in relazione a ciascuna singola finalità che si intende perseguire mediante l’installazione dei cookies.

Al riguardo ricordiamo che in base all’articolo 122 del Codice privacy occorre distinguere tra cookies tecnici e altre tipologie di cookies.

I primi sono quelli strumentali all’esecuzione di un’operazione o alla fornitura di un servizio richiesti dallo stesso utente; rientrano in questa categoria i cookies di sessione, i cookies di autenticazione, i cookies utilizzati per ricordare le preferenze degli utenti, etc… Prima di installare un cookie tecnico, il gestore del sito deve informare l’utente ma non ha bisogno del suo consenso.

Per tutti gli altri cookies, invece, oltre all’informativa, è necessario acquisire il consenso preventivo dell’utente. Tra i cookies diversi da quelli tecnici spiccano quelli utilizzati per attività di profilazione e marketing (il cosiddetto “marketing comportamentale”) mediante il rilevamento dei siti visitati dall’utente o, più in generale, delle sue abitudini di navigazione. In proposito il Garante ha già precisato che l’informativa per l’acquisizione del consenso potrà dirsi corretta solo nella misura in cui specifichi che l’installazione dei cookies è strumentale non solo all’invio di comunicazioni di natura commerciale/promozionale, ma anche alla creazione di un profilo dell’utente a partire dall’analisi delle sue abitudini di navigazione.

La consultazione sarà infine l’occasione per chiarire a quali condizioni l’utente potrà esprimere il consenso per l’installazione dei cookies attraverso le impostazioni del browser o del dispositivo elettronico in uso.

Commenti

Carlo Piana posted 6 anni ago
Non sono sicuro che l'informativa sia necessaria nel caso in cui il consenso non lo sia. Analizzando il considerando 66 della Direttiva, la stessa mette consenso e informativa sullo stesso piano, per cui secondo me simul stabunt, simul cadent: «[...] Exceptions to the obligation to provide information and offer the right to refuse should be limited to those situations where the technical storage or access is strictly necessary for the legitimate purpose of enabling [...]» La legge italiana semplicemente riprende il già non felice testo della Direttiva, sul punto. Ne avevo discusso molto preliminarmente e senza pretesa di autorevolezza in http://piana.eu/it/cookie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Novità normative e giurisprudenziali dal mondo del diritto delle tecnologie e dal nostro Studio