Il blog di E-Lex

Inottemperanza reiterata a provvedimenti AGCM: il caso KIA

La reiterazione di una pratica commerciale scorretta non comporta inottemperanza se a porla in essere è una società diversa da quella cui si riferisce l’originario provvedimento dell’AGCM.

Con provvedimento n. 23934, pubblicato sul Bollettino n. 40 del 22 ottobre 2012, l’AGCM ha deliberato di non procedere nei confronti delle società Koelliker Importazioni S.p.A. (già Kia Motors Italia S.p.A.) e KIA Motors Company Italy S.r.l. per la mancata ottemperanza alla precedente delibera n. 23013 del 23 novembre 2011 con la quale l’AGCM aveva contestato alla prima delle due società la pratica commerciale scorretta consistente nel far credere ai consumatori mediante una campagna pubblicitaria diffusa in tv e sulla stampa che i propri veicoli fossero coperti da una garanzia di sette anni, salvo poi limitarne la portata nelle condizioni generali pubblicate sul sito Kia dove si specificava che per alcuni componenti del veicolo la medesima garanzia avrebbe invece avuto una durata inferiore di tre anni.

In seguito a tale decisione, la KIA Motors Company Italy S.r.l. ha intrapreso una nuova campagna pubblicitaria con gli stessi profili di ingannevolezza precedentemente accertati, ragion per cui l’AGCM ha avviato il procedimento di inottemperanza poi conclusosi con il non luogo a procedere.

La decisione di non procedere trova la sua spiegazione nel fatto che, come accertato dall’AGCM nel corso del procedimento, la KIA Motors Company Italy S.r.l. costituisce un soggetto autonomo e distinto rispetto alla Koelliker Importazioni S.p.A. (già Kia Motors Italia S.p.A.), essendo subentrata a quest’ultima nelle attività di vendita e marketing aventi ad oggetto la commercializzazione in Italia delle autovetture a marchio KIA.

Stante l’autonomia tra i due soggetti, l’AGCM ha dovuto constatare che non era possibile contestare a KIA Motors Company Italy S.r.l. l’inottemperanza ad un provvedimento di cui non era destinataria, adottando di conseguenza la decisione di non luogo a provvedere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Novità normative e giurisprudenziali dal mondo del diritto delle tecnologie e dal nostro Studio