Il blog di E-Lex

L’AGCOM proroga l’attuale piano di numerazione automatica dei canali

Il 4 settembre 2012 l’AGCOM ha prorogato in via d’urgenza il piano automatico di numerazione dei canali (LCN) che è stato di recente annullato dal Consiglio di Stato con le due sentenze pubblicate il 31 agosto scorso.

La proroga temporanea, peraltro già indicata nelle stesse sentenze del Consiglio di Stato come possibile strumento per colmare il vuoto normativo venutosi a creare con l’annullamento della precedente delibera AGCOM n. 366/2010, mira ad evitare che sino all’adozione del nuovo piano per la numerazione dei canali della TV digitale terrestre si possa creare una situazione di confusione tra gli utenti inidonea a garantire una “ordinata fruizione della programmazione televisiva”.

In ogni caso i tempi per la nuova delibera avente recante il piano per la numerazione dei canali dovranno essere piuttosto serrati. Entro i primi di ottobre, infatti, l’AGCOM avvierà una consultazione pubblica della durata di 30 giorni volta a raccogliere le idee, i pareri e le opinioni dei diversi soggetti portatori di interessi.

A partire dall’avvio della consultazione pubblica l’AGCOM avrà quindi 180 giorni per adottare la nuova delibera. In ogni caso, al fine di garantire che il piano sulla numerazione dei canali tenga effettivamente conto delle abitudini degli utenti, così come richiesto dal Consiglio di Stato, l’AGCOM avvierà parallelamente alla consultazione pubblica un’indagine conoscitiva sul tema per esplorare il modo in cui si è evoluto negli ultimi anni il rapporto tra i cittadini e il telecomando.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Novità normative e giurisprudenziali dal mondo del diritto delle tecnologie e dal nostro Studio