Il blog di E-Lex

Parlano di noi: “Così due Twitter-professionisti puntano ai social media per sviluppare il business con e-Lex”

 

Parlano di noi:”Così due Twitter-professionisti puntano ai social media per sviluppare il business con e-Lex“, Il Sole 24 Ore, 12.01.2012

 

[testimonial_wrap]

[testimonial]Uno studio legale sociale. Ecco, in sintesi, l’idea degli avvocati Ernesto Belisario e Guido Scorza, che hanno unito le strutture e le energie degli studi legali Belisario e Scorza Ricco & Partners per dare vita a e-Lex.
Un network di studi legali specializzati in diritto delle nuove tecnologie, e che sulle nuove tecnologie fa leva per sviluppare il business.
Facebook, Twitter, Linkedin e YouTube sono infatti solo alcune delle piattaforme dove lo studio è già presente. La strategia dello studio in ambito di social media è infatti ambiziosa.
«Il primo obiettivo è quello di fare conoscere il network e le sue peculiarità, i professionisti che lo compongono e le loro attività. Ma per e-Lex essere sui social media non significa “broadcasting”: la presenza non si esaurirà nel veicolare contenuti di tipo promozionale. Gli account del network, insieme al blog, dovranno diventare punto di riferimento per coloro che hanno necessità di affrontare i profili giuridici legati nuove tecnologie, generando conversazioni e quindi relazioni», spiega Belisario, che aggiunge che oggi nessun business può fare a meno dei social network per avere successo.
Un’affermazione che trova conferma in ambito legale. «I social media aiutano a stabilire relazioni con potenziali partner e clienti, a rimanere costantemente aggiornati, a presidiare le materie di attività e a capire quali sono i trend del mercato», aggiunge infatti il professionista.
Che, come il collega Scorza, non è nuovo alle piattaforme Internet e soprattutto a quella di Twitter. Belisario è presente sul social network del micro-blogging con l’account @diritto2punto0, che con oltre 2mila follower è un punto di riferimento per i professionisti che si occupano del diritto di autore online.
Altrettanto popolare Scorza, online con l’account @guidoscorza, attraverso il quale tiene aggiornati i follower sui fronti caldi del diritto delle tecnologie.
«Uno dei fronti è il difficile connubio tra proprietà intellettuale e Internet in quanto quest’ultima può essere utilizzata come straordinaria opportunità per lo sviluppo di nuovi modelli di business che abbiano ad oggetto l’utilizzo di contenuti digitali (informazioni, musica, film, fotografie, libri) o come strumento per la lesione dei diritti d’autore», spiega Scorza, che prevede l’esplosione della consulenza che riguarda il commercio online, con particolare riferimento alle condotte di pubblicità ingannevole e concorrenza sleale nonché alle pratiche commerciali scorrette.
«Ci sono poi numerosi temi sempre caldi. La privacy, sempre più difficile da proteggere e da gestire in maniera compatibile con le esigenze di business di un’impresa, la progressiva digitalizzazione dell’attività della pubblica amministrazione con una serie infinita di questioni che ne discendono e la criminalità informatica».[client_name]Il Sole 24 ore, 12.01.2012[/client_name][/testimonial]
[/testimonial_wrap]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Novità normative e giurisprudenziali dal mondo del diritto delle tecnologie e dal nostro Studio