Convegno del Garante Privacy “La società sorvegliata”

Sono state pubblicate sul sito del Garante per la protezione dei dati personali le slide e le relazioni del Convegno “La società sorvegliata” che si è tenuto lo scorso 28 gennaio 2016 presso l’Aula del Palazzo dei Gruppi Parlamentari in Via di Campo Marzio a Roma. Tra i relatori anche Guido Scorza, managing partner di e-Lex, la cui presentazione è disponibile qui.

Guido Scorza relatore al convegno “La società sorvegliata. I nuovi confini della libertà”

Il prossimo 28 gennaio 2016, Guido Scorza sarà relatore al Convegno del Garante in occasione della Giornata Europea della privacy “La società sorvegliata. I nuovi confini della libertà”.
Il convegno sarà aperto da Antonello Soro, Garante per la protezione dei dati personali, e chiuso dalla Presidente della Camera dei Deputati, Laura Boldrini.
L’accesso alla Sala sarà consentito fino alle ore 9,15
Ulteriori informazioni sull’evento sono disponibili qui.

Ciclo di seminari su protocollo, conservazione e fatturazione elettronica nella PA

I due DPCM 3 dicembre 2013 ed il D.M. n. 55/2013 rappresentano un importante tassello che completa il quadro normativo in materia di dematerializzazione dell’attività amministrativa a cui tutti gli Enti son ottenuti ad adeguarsi in tempi certi se vogliono evitare sanzioni e irregolarità.

In particolare, i primi decreti contengono le regole tecniche relative al protocollo e alla conservazione, in virtù dei quali gli Enti sono tenuti ad intraprendere un percorso di adeguamento tecnologico ed operativo dei propri sistemi di gestione dei documenti e degli archivi digitali.

Il secondo decreto introduce una piccola rivoluzione, sancendo che a partire dal 6 giugno 2014 (per Ministeri, Agenzie fiscali, Enti nazionali di previdenza e assistenza sociale) e dal 31 marzo 2015 (per tutti gli altri Enti Pubblici) le P.P.A.A. possono ricevere fatture solo in formato digitale. I fornitori devono produrre, nei confronti degli Enti, esclusivamente fatture elettroniche, secondo le specifiche tecniche reperibili sul sito www.fatturapa.gov.it. Le fatture cartacee, ormai, dovranno essere restituite al mittente.

Per agevolare gli Enti (e i loro consulenti e fornitori) in questo percorso di adeguamento, Maggioli organizza un seminario dal titolo “Le norme della PA digitale: protocollo, conservazione e fatturazione elettronica”.

In particolare, il percorso formativo si pone la finalità di fornire ai partecipanti indicazioni, strumenti, modelli per la piena competenza della normativa relativa agli ambiti summenzionati.

Parteciperanno in qualità di relatori due professionisti di E-Lex: l’Avv. Prof. Ernesto Belisario e l’Avv. Giorgio Romeo.

Il seminario si terrà nelle seguenti date e località:

Bolzano, 18 settembre 2014
Torino, 25 settembre 2014
Bari, 2 ottobre 2014
Trieste, 9 ottobre 2014
Palermo, 23 ottobre 2014
Roma, 30 ottobre 2014
Bologna, 20 novembre 2014

Per informazioni e iscrizioni: http://www.convegni.maggioli.it

SAVE THE DATE: Venezia, 9 luglio, E-Lex a Digital Venice

Digital Venice

Nell’Ambito di Digital Venice, E-Lex e l’Istituto per le politiche dell’innovazione organizzano  – in collaborazione con TechEconomy.it – l’incontro dibattito “Innovation vs. regulation. Clash or opportunity?”, che si terrà il 9 luglio a Venezia presso il Telecom Italia Future Centre.

Che si tratti di ormai maturi giganti del web come Google o delle Telecomunicazioni come Telecom o Vodafone, di ex startup cresciute in fretta come Uber e Soundreef o di nuove start up emergenti come Travel appeal, le regole – dappertutto e nel nostro Paese in modo particolare – sembrano inesorabilmente destinate a rappresentare, determinati e coriacei antagonisti di innovatori e rivoluzionari.

Eppure la storia moderna insegna che questi innovatori, crescono in fretta e producono, altrettanto in fretta, ricchezza e nuove opportunità di mercato e democrazia anche se, naturalmente, non sempre, non per tutti e non ovunque.

Possibile che il rapporto tra l’innovazione e la regolamentazione debba necessariamente essere tanto difficile e conflittuale.

Possibile che sia così complicato scrivere regole capaci di instradare l’innovazione nella direzione giusta limitando danni ed effetti collaterali – talvolta ineliminabili – e moltiplicando opportunità e benefici?

La recente decisione della Corte di Giustizia UE in materia di motori di ricerca e diritto all’oblio, il caso Tripadvisor del quale l’Autorità Antitrust italiana ha appena deciso di occuparsi, il confronto-scontro tra Uber ed i tassisti milanesi che fa parlare di sé da oltre un anno o quello, ormai atavico tra Soundreef e SIAE ed i dubbi e le perplessità con le quali deve confrontarsi chi voglia lanciare, in Italia, una startup innovativa sono li a testimoniare quanto complicato sia il rapporto tra innovazione e regolamentazione.

Forse aveva davvero ragione Macchiavelli quando nel suo Il Principe scriveva: “non è cosa più difficile a trattare né più dubbia a riuscire, né più pericolosa a maneggiare, che farsi capo a introdurre nuovi ordini; perché lo introduttore ha per nimici tutti quelli che delli ordini vecchi fanno bene ed ha tepidi difensori tutti quelli che delli ordini nuovi farebbero bene. La quale tepidezza nasce parte per paura degli avversari, che hanno le leggi dal canto loro, parte dalla incredulità degli uomini; e quali non credano in verità le cose nuove se non ne veggano nata una ferma esperienza.”. (Il Principe, N. Macchiavelli, Capitolo VI).

Ma poi la resistenza che la regolamentazione, talvolta, oppone all’innovazione ha davvero senso? Accade davvero che le regole possano frenare o anche solo arginare certe rivoluzioni innovative. Che ruolo hanno avuto le regole nella storia di giganti come Google, Facebook, Tripadvisor o Booking.com? Che ruolo avranno nel futuro di Uber? Non è che le regole riescono solo ad influenzare le startup in erba, inducendole a desistere e gettare la spugna?

Se fosse così ci sarebbe davvero di che preoccuparsi perché I più grandi continuerebbero a crescere ed I più giovani, sarebbero costretti a rinunciare.

Ne discutono giganti del web, giovani promesse ed emergenti con I regolatori. Noi come Istitituto per le politiche dell’Innovazione proviamo a fare da mediatori culturali e come E-Lex, Studio Legale a suggerire strade, strategie e soluzioni di compromesso.

Clicca qui per iscriverti!

PROGRAMMA

Ore 15:30 – 16,00 – Welcome coffee e Registrazione

Ore 16,15 – Talk Show

Modera: Guido Scorza (Istituto politiche innovazione – E-lex)

Giorgia Abeltino – Google
Benedetta Arese Lucini – Uber
Stefano Quintarelli – intergruppo Parlamentare Agenda digitale
Davide D’Atri – Soundreef
Lucio Gamba – CloudItalia
Laura Bononcini – Facebook

Ore 17,30 – In the meantime outside Italy

Giovanni Maria Riccio (E-lex)

Modera: Ernesto Belisario (E-lex)

Mirko Lalli – Travel Appeal
Franco Brescia – Telecom Italia
Maria Luisa Cesaro – Vodafone
Antonio Nicita – AGCOM
Luigi Montuori – Garante Privacy (in attesa di conferma)
Stefano Epifani – Università La Sapienza, Chief Editor TechEconomy.it

18.30 – Fine dei lavori

Gli appuntamenti della settimana

Di seguito gli eventi più rilevanti ai quali parteciperanno i soci di E-Lex.

12 giugno

A Roma, presso lo studio E-Lex Belisario Scorza Riccio & Partners si terrà il Convegno dal titolo “L’applicazione del CAD dopo le regole tecniche: cosa cambia per il protocollo e la conservazione“. L’Avv. Prof. Ernesto Belisario e l’Avv. Giorgio Romeo parteciperanno in qualità di relatori.

12 giugno

L’Avv. Prof. Guido Scorza e l’Avv. Prof. Ernesto Belisario saranno presenti, in qualità di relatori, all’evento “Dematerializzazione dei contratti. Firme elettroniche, digitali e grafometriche. Gestione e conservazione sostitutiva dei documenti” che si terrà a Roma presso lo Starhotels Metropole.

13 giugno

Nell’ambito dell’evento “Officine d’impresa” promossa da Sviluppo Basilicata  e Basilicata Innovazione, l’Avv. Prof. Ernesto Belisario e l’Avv. Prof. Guido Scorza parteciperanno al workshop “Professioni al futuro“. Da questa pagina è possibile registrarsi all’evento.

Convegno “La comunicazione pubblicitaria tra contratto e informazione”

Il 29 maggio, presso l’Università di Perugia, si terrà il convegno “La comunicazione pubblicitaria tra contratto e informazione”.

Sarà presente all’incontro in qualità di relatore il Prof. Avv. Giovanni Maria Riccio che parlerà di comparatori di prezzi.

Di seguito la locandina dell’evento.

L’intervento del Prof. Avv. Giovanni Maria Riccio al convegno “Privacy Outlook. Il nuovo Regolamento Europeo tra attese e preoccupazioni”

Via Radio Radicale

Convegno “Privacy Outlook – Il nuovo Regolamento Europeo tra attese e preoccupazioni”

locandina privacy outlook

Lunedì 24 febbraio a Roma presso la Sala del Cenacolo della Camera dei deputati avrà luogo il convegno “Privacy Outlook – Il nuovo Regolamento Europeo tra attese e preoccupazioni”. L’incontro ha lo scopo di approfondire le misure previste dal nuovo Regolamento Europeo sulla tutela della privacy, presentato il 25 dicembre 2012 ed in corso di approvazione.

Il Prof. Avv. Giovanni Maria Ricciosenior partner dello studio E-Lex, sarà tra i relatori dell’evento al quale interverranno anche Giovanni Buttarelli, Garante europeo aggiunto per la protezione dei dati personali; Luigi Montuori, dirigente al Garante italiano e capo del dipartimento comunicazioni e reti telematiche; Emilio De Capitani, ex funzionario del Parlamento europeo; Giusella Finocchiaro, professore ordinario di diritto di internet e diritto privato all’Università di Bologna; Luigi Birritteri, capo dipartimento dell’organizzazione giudiziaria del Ministero della Giustizia; Giuseppe Corasaniti, sostituto procuratore generale presso la Corte Suprema di Cassazione; Fabio Bartolomeo, direttore generale di Statistica del Ministero della Giustizia; Marco Cappato, ex deputato europeo, vincitore del premio “Europeo dell’anno” da parte del settimanale “European voice”.