Il Garante privacy dice sì al “fast boarding” con impronte digitali

Sempre più spesso le aziende utilizzano i dati biometrici per identificare in modo più veloce e sicuro i propri clienti.

È il caso di Alitalia che per i propri clienti aderenti al programma “Millemiglia ha deciso di mettere a punto un sistema in grado di velocizzare le procedure di imbarco attraverso il riconoscimento sicuro dei passeggeri per mezzo delle loro impronte digitali.

In particolare Alitalia rilascia ai propri clienti una smart card sulla quale è salvato il template della loro impronta digitale. In seguito, al momento dell’imbarco, il sistema confronta il template precedentemente memorizzato con l’impronta digitale del passeggero, accertando in questo modo l’effettiva identità del viaggiatore.

L’utilizzo dei dati biometrici per il riconoscimento dei proprio clienti può considerarsi in linea di massima consentito, a condizione che vengano adottati una serie di accorgimenti a tutela della privacy degli interessati, come quelli prescritti in questo caso dal Garante.

Innanzitutto l’utilizzo della biometria per l’identificazione dell’interessato deve avvenire sempre su base volontaria e con il consenso scritto di quest’ultimo.

In altri termini, il titolare del trattamento deve lasciare all’interessato la possibilità di scelta tra un sistema di identificazione tradizionale attraverso l’esibizione di un documento di identità ed uno basato invece su sistemi di tipo biometrico.

Una volta effettuata tale scelta, i dati biometrici salvati sotto forma di template sulla smart card vanno protetti mediante idonee misure di sicurezza in grado di prevenire eventuali accessi abusivi.

Il Garante è inoltre particolarmente attento all’informativa da fornire all’interessato, che, oltre a comprendere le finalità del trattamento, dovrà sempre ricevere adeguate istruzioni sulla custodia della smart card.

Per evitare infine possibili frodi legate ad un uso abusivo dei dati biometrici, in caso di furto o smarrimento della smart card è fondamentale che i clienti possano inibire con facilità ed immediatamente tutte le funzioni della carta elettronica.