Pubblicato il Web Index Report 2014-2015: Italia solo 29ª

È stato pubblicato il Web Index Report 2014-2015. Il Web Index è un prodotto della World Wide Web Foundation, creata dall’inventore del web Tim Barners Lee, ed ha lo scopo di studiare l’impatto del web a livello internazionale.

Il report nasce nel 2012 e – come ogni anno – si propone di approfondire e ampliare la nostra conoscenza di come i Paesi possano massimizzare l’impatto del Web nell’attività di governo.

Il rapporto è stilato sotto forma di classifica  in modo tale da consentire confronti sulle tendenze nel tempo e l’analisi comparativa delle prestazioni in tutti i paesi, migliorando costantemente la comprensione del valore del Web per l’umanità.

Ernesto Belisario, responsabile per l’Italia del Web Index Report, nella puntata di Eta Beta del 6 gennaio scorso, in onda su Rai Radio 1, ha illustrato i dati più significativi emersi dal report.

Di seguito, la puntata di Eta Beta del 6 gennaio:

L’intervento di Ernesto Belisario al Personal Democracy Forum

Il 29 settembre scorso si è svolto a Roma il Personal Democracy Forum (PDF), conferenza che analizza l’impatto della tecnologia sulla democrazia e la società.

Nato a New York nel 2004, ogni anno Personal Democracy Forum fa incontrare professionisti dell’innovazione sociale, cittadini, attivisti e decisori politici che comprendono l’impatto della rivoluzione digitale nel rapporto dei cittadini con la politica e l’amministrazione pubblica. Dal 2009 vengono organizzate conferenze anche in vari paesi d’Europa e in Sud America.

Questo l’intervento dell’Avv. Ernesto Belisario:

AgID: pubblicata l’Agenda nazionale per la valorizzazione del patrimonio informativo pubblico per l’anno 2014

In ottemperanza a quanto previsto dall’art. 52 del Codice dell’Amministrazione Digitale, l’Agenzia per l’Italia Digitale ha pubblicato l’Agenda nazionale per la valorizzazione del patrimonio informativo pubblico per l’anno 2014.

Il documento ha lo scopo di definire le azioni dedicate alla disponibilità, alla fruibilità, alle modalità di accesso e riutilizzo dei dati delle pubbliche amministrazioni, nonché a quelle relative alle basi dati di interesse nazionale.

L’Autorità rende noto che entro maggio 2014 saranno pubblicate le Linee guida (previste dallo stesso art. 52 CAD) per l’anno 2014, attraverso le quali sono fornite le opportune indicazioni operative per l’attuazione dell’Agenda. Il documento sarà oggetto di una consultazione pubblica prima della sua definitiva adozione.

Di seguito l’Agenda nazionale per la valorizzazione del patrimonio informativo pubblico.

Gli appuntamenti della settimana

Di seguito gli eventi più rilevanti ai quali parteciperanno i soci di E-Lex.

19 marzo

A Roma, presso il Montecitorio Meeting Centre si terrà il Dibattito-Incontro dal titolo “Datacenter, sistema pubblico di connettività: colonne portanti di una PA che si trasforma“. L’Avv. Prof. Ernesto Belisario parteciperà alla tavola rotonda dell’evento.

20 marzo

L’Avv. Prof. Ernesto Belisario sarà presente, in qualità di relatore, all’evento “Open government: le sfide di un movimento globale” che si terrà a Roma presse la Sala della Mercede della Camera dei Deputati . In questa pagina è possibile effettuare la registrazione gratuita per partecipare all’evento.

21 marzo

Nell’ambito del progetto “Scuola di Partecipazione 2.0”, si terrà ad Ancona un incontro dal titolo “Non c’è partecipazione, senza trasparenza e accountability!“. L’Avv. Prof. Ernesto Belisario parteciperà in qualità di relatore.

Ernesto Belisario nella Task Force per l’Agenda Digitale della Basilicata

La Regione Basilicata ha istituito la Task ForceAgenda Digitale in Basilicata – Visione strategica 2020”.

Il gruppo di lavoro, presieduto dal Presidente della Giunta regionale Marcello Pittella in collaborazione con l’assessore Raffaele Liberali, avrà il compito di elaborare una strategia regionale che programmi gli interventi in materia ICT che formeranno la base dell’Agenda Digitale.
Grande attenzione avranno temi come il cloud computing, l’uso dei social media e gli open data, che rientreranno in un piano regionale per l’e-Government.

L’obiettivo dichiarato è quello di fare della Basilicata una delle regioni più all’avanguardia in tema di digitalizzazione, non partendo da zero perché le esperienze passate sono di buon livello, ma mettendo a sistema una serie di iniziative dirette alla sburocratizzazione, all’anagrafe dei cittadini, alla fatturazione elettronica per le imprese, al fascicolo sanitario.

L’Avv. Ernesto Belisario, senior partner dello Studio E-Lex, è stato chiamato a far parte della task force, in qualità di esperto esterno.
Gli altri esperti esterni sono Francesco Sacco (docente dell’area strategica della Bocconi di Milano), Marco Meneguzzo (docente di Economia delle aziende e delle amministrazioni pubbliche dell’università Tor Vergata di Roma) e Francesco Piero Michele Paolicelli (dirigente di società di servizi in telecomunicazioni).
I dirigenti della Regione Basilicata coinvolti sono Nicola Antonio Coluzzi (ufficio Società dell’Informazione), Vincenzo Fiore (Ufficio Sistema Informativo Regionale e Statistica), Giovanni De Costanzo (Protezione Civile).

Corso “Innovazione nella PA: dal CAD all’Agenda Digitale” Roma, 20/21 dicembre 2012

Il 20 e 21 dicembre presso l’SGM Conference Center di Roma, avrà luogo il corsoInnovazione nella PA: dal CAD all’Agenda Digitale” organizzato dalla Reiss Romoli.

Gli obblighi normativi contenuti in provvedimenti ormai consolidati (come il D. Lgs. n. 82/2005, c.d. Codice dell’Amministrazione Digitale) e recenti (come i Decreti Legge n. 83/2012 e 179/2012), impongono alle Pubbliche Amministrazioni di muoversi verso l’integrale informatizzazione dei procedimenti in modo da essere più efficienti, trasparenti e capaci di allocare in modo migliore le sempre minori risorse disponibili. Gli Enti devono agire nell’immediato, dal momento che le disposizioni normative prevedono termini stringenti per l’adeguamento e importanti sanzioni per gli Enti inadempienti.

L’evento, al quale interverranno in qualità di relatori l’Avv. Prof. Ernesto Belisario ed il Prof. Stefano Epifani ha, pertanto, l’obiettivo di fornire una puntuale guida agli istituti dell’Amministrazione Digitale che verranno analizzati criticamente, con l’indicazione, per ciascun argomento, dei riferimenti normativi e dei precedenti giurisprudenziali rilevanti. Particolare attenzione sarà dedicata all’analisi del sistema di sanzioni e responsabilità connesse al mancato rispetto della normativa vigente. Verranno altresì affrontati gli aspetti relativi alla comunicazione, all’organizzazione e alle tecnologie che sono fondamentali per comprendere ed applicare i nuovi paradigmi dell’Open Government e della Social PA.

Il corso è rivolto ad una platea molto vasta costituita da tutti i dirigenti e funzionari delle PA tenute ad applicare le norme sull’Amministrazione Digitale (Pubbliche Amministrazioni Centrali, Regioni, Enti Locali, Enti Pubblici) e da tutti i dirigenti e dipendenti delle società interamente partecipate da Enti pubblici o con prevalente capitale pubblico. Il corso è altresì destinato a consulenti e fornitori delle Pubbliche Amministrazioni.

Per ulteriori informazioni e iscrizioni cliccate qui.

Al via il 6 novembre la prima edizione dell’Open Government Summit

Business International e TechEconomy in collaborazione con Asset Camera, hanno organizzato la prima edizione dell’Open Government Summit in programma il 6 novembre a Roma presso il Tempio di Adriano, in Piazza di Pietra.

Attraverso il confronto tra esponenti della politica, dell’amministrazione e dell’economia, il Summit ha l’obiettivo di fare il punto della situazione sullo stato dell’Open Government nel nostro Paese.

Infatti, l’importanza crescente che hanno assunto pratiche come l’Open Data, il ruolo centrale degli strumenti e dei processi di partecipazione previsti nell’Agenda Digitale Europea e le nuove possibilità offerte dalle tecnologie e dalla Rete, non possono non essere oggetto di riflessione. Ed è proprio questa la finalità del Convegno.

L’Open Government Summit 2012 affronterà, pertanto, in quattro sessioni (trasparenza, partecipazione e collaborazione, tecnologie, vision) tutti i principali temi esposti, evidenziando di volta in volta le opportunità per cittadini, amministrazioni, imprese.

L’evento, che vede l’Avv. Prof. Ernesto Belisario ed il Prof. Stefano Epifani in qualità di coordinatori scientifici, sarà anche occasione per la presentazione dell’Osservatorio sull’Open Government, nuova struttura di ricerca che si pone l’obiettivo di valutare l’impatto dei modelli e dei sistemi di Open Government sull’economia e sulla società e che come prima sua attività sta sviluppando l’Open Government Index (OGI): uno strumento concepito per misurare l’impatto reale delle politiche orientate all’Open Government sul territorio.

Visitando il sito ufficiale dell’evento sarà possibile consultare il dettaglio del programma, visualizzare le schede dei relatori e registrarsi gratuitamente.

Appuntamento il 19 ottobre a SMAU 2012 con un seminario sull’Open Government

Giunto alla sua 49a edizione, SMAU si ripropone, come ogni anno, come uno degli appuntamenti più importanti volti a favorire l’incontro tra fornitori di soluzioni ICT, imprese e Pubbliche Amministrazioni che intendono utilizzare gli strumenti tecnologici al fine di migliorare l’efficienza e l’efficacia dei servizi offerti ai cittadini.

In questo contesto segnaliamo il seminario Governo aperto: la sfida per Amministrazioni, cittadini e imprese nel quale l’Avv. Prof. Ernesto Belisario parlerà della dottrina dell’Open Government, dalla sua evoluzione alla forte affermazione come prassi amministrativa, secondo la quale solo un Governo “aperto” – che sfrutti le nuove tecnologie – può dirsi veramente partecipativo e, pertanto, democratico.

 Durante l’incontro, si farà il punto sulle esperienze italiane in materia, con particolare attenzione al caso della Regione Lombardia, la prima amministrazione italiana a redigere un proprio piano per l’Open Government.

 L’evento si svolgerà nella giornata di venerdì 19 ottobre, presso la sala Arena App&Cloud – Pad. 2.