Firmato il decreto attuativo di Valore Cultura: credito di imposta per web-series e fiction

Il Ministro per la cultura, Dario Franceschini, ha firmato il decreto attuativo della legge “Valore Cultura”.

La nuova legge contiene misure per il rilancio del cinema, delle attività musicali e degli spettacoli dal vivo. Innanzi tutto, la nuova legge rende permanente la tax credit per le produzioni cinematografiche, introdotte originariamente con la L. 244/2007 e poi rinnovata più volte.

Agevolazioni sono previste anche per i produttori indipendenti di opere audiovisive, ossia per i produttori non collegati o controllati da emittenti e che detengano i diritti sulle opere per cui è richiesto il beneficio.

Le misure legislative interesseranno anche le produzioni via web (alcune delle quali, come The Pills, hanno ottenuto un enorme successo di pubblico) e le fiction, nel cui settore, nel corso dell’ultimo biennio, si è registrata una sensibile flessione delle produzioni.

Un credito di imposta è riconosciuto anche per i giovani musicisti, autori di per opere prime o seconde, con esclusione delle demo autoprodotte. Il credito di imposta sarà pari a 110 milioni di euro per l’anno in corso e a 115 milioni per il 2015.